Questo sito fa uso di cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.
Facebook
Youtube
Italian English French German Polish Romanian Spanish
Sei qui: HomeComunicatiOrdinanza n.61 bovini vaganti, sprovvisti di marchi auricolari

SCARICA EXPLORA: applicazione turistica dei Monti Lepini

Ordinanza n.61 bovini vaganti, sprovvisti di marchi auricolari

Dimensione testo:

ordinanza 61

Ordinanza n.61

 

Il Sindaco

 

Considerato che:

 

SI registra nel Comune di Carpineto Romano una notevole presenza di bovini vaganti, sprovvisti di marchi auricolari che non risultano di proprietà di alcuno, i quali costituiscono un rilevante pericolo per l'incolumità pubblica e per la sicurezza urbana, poiché, come si evince dai rapporti inoltrati dalla Polizia locale e dalle Forze dell'ordine territoriali, i predetti animali si aggirano nel centro abitato e stazionano in aree pubbliche particolannente frequentate dai cittadini (nei pressi del cimitero, del campo sportivo, delle scuole, del monumento ai caduti e nella parte alta del paese).

Il predetto fenomeno si riscontra anche lungo le arterie stradali urbane ed extraurbane, e segnatamente lungo la SR 609 Carpinetana, che raccordando i territori delle province di Roma e Latina, é interessata da un notevole traffico veicolare, costituito da mezzi privati, autocarri e autolinee del CO.TRAL che quotidianamente collegano il Comune sia alla stazione ferroviaria di Colleferro che alla città di Latina. La cennata situazione di pericolo trova riscontro in diversi sinistri stradali verificatisi nel periodo ottobre 2015/ settembre 2018 rilevati dai Carabinieri e dalla Polizia Locale di Carpineto Romano ( ultimo   sinistro verificatosi 22/09/2018);
al comportamento dei predetti animali - come riferisce il Comando Provinciale del Corpo Forestale dello Stato dì Roma nella lettera del 07/10/2015 - sono riferibili anche danneggiamenti a proprietà, pubbliche e private, atteso che i bovini vaganti per procurarsi il cibo (ortaggi, castagne, olivi, erba etc.), entrano nei terreni abbattendo le relative recinzioni danneggiando le colture (vedi da ultimo l'esposto presentato in data 25.09.2017 dalle Sigg. Salvi agli atti dell'Ufficio di Polizia Locale) ;
la presenza di un così elevato numero di bovini di provenienza ignota e sprovvisti di marchi
auricolari che vagano incustoditi nel territorio comunale costituisce anche un serio problema di sanità veterinaria, poiché trattasi di capi non sottoposti alle profilassi previste per legge e, pertanto, possibile veicolo di malattie (B.S.E.) trasmissibili ad altri animali e, attraverso la pratica illecita della macellazione clandestina, anche all'uomo, tant'è che con lettera n.1429/G/1 del 08/10/2015 il Servizio Veterinario dell'ASL ROMA G sottolinea la necessità dello smaltimento delle carcasse tramite incenerimento, previa effettuazione degli esami della T.S.E. (encefalopatia spongiforme trasmissibile);

 

TENUTOCONTO CHE:
secondo quanto riferito dal Comando Provinciale del Corpo Forestale dello Stato di Romac on la citata nota n.16727del07/10/2015, per tali bovini  (stimati in qualchecentinaio di capi), nati dall'incrocio di elementi probabilmente già in origine non riconducibili ad una o più razze bovine in purezza e vissuti incondizioni di selvaticità, si è realizzato un mutamento delle caratteristiche comportamentali, che si manifesta in una accentuata diffidenza nei confronti dell'uomo sfociata in comportament iaggressivi; e difatti,come segnalato dal Commissariatod ella P.S.di Colleferro con lettera del 05/10/2015,tali animali sono "completamente inavvicinabili" e quindi difficilmente catturabili;
il numero e le caratteristiche etologiche assunte da questi animali inselvatichiti rende impossibile l'eradicazione del fenomeno o il suo contenimento conl'effettuazione dei soli tentativi di cattura; pertanto-come indicato nella citata nota del Comando Provinciale del Corpo Forestale dello Stato di Roma indata 07/10/2015 e come è emerso nel corso delle diverse riunioni tenutesi in Prefettura con tutti gli enti competenti occorre prevedere che laddove le situazioni di fatto rendano impraticabile la cattura si proceda con l'abbattimento dei capi;
Che sulla problematica si sono tenute numerose riunioni presso la Prefettura anche con
riferimento   all'adozione di provvedimenti amministrativi   urgenti da parte dell' Amministrazione   (ultima quella del13/07/2017);
il Sindaco, data l'urgenza e la gravità della problematica ha emesso, da ultimo, Ordinanza n.
22   del   10.05,2018   stante il permanere delle condizioni di pericolo per lacircolazione stradale e la salute pubblica;
a seguito dell'Ordinanzan.69del 23/10/2015, laPrefettura con nota 13.1/5553/2015 Gab.

del 27/10/2015 al fine di consentire l'attuazione della predetta ordinanza sindacale ha chiesto al Questore di Roma di voler impartire le opportune disposizioni perdare esecuzione ai piani operativi coordinati finalizzati alla cattura e, ove necessario all'abbattimentodei capi in questione;
la Questura di Roma Ufficio di Gabinetto, con Ordinanza di Servizio n.315/5del 10/112015
impartiva le disposizioni operative per ottemperare alla sopra richiamata nota Prefettizia, incaricando del coordinamento di tali attività il Dirigente del Commissariato di P.S. di Colleferro;
il personale della Polizia di Stato del Commissariato di Colleferro, a seguito del sopra
richiamato provvedimento ha effettuato numerosi servizi constatando la notevole presenza di bovini nelle vie  e piazze cittadine e lungo laex "S.S.609Carpinetana;
il personale della Polizia di Stato,unitamente allaPolizia Locale del Comune di Carpineto,

Romano, coadiuvato dalle altre Forze di Polizia, ha organizzato dal Dicembre2015adoggi, diversit entativi dicattura di tali animali,alcuni di questi non sono andati a buon fine poiché è stato impossibile contenerlia causa del loronotevole carattere di "selvaticità"acquisito;
con il trascorrere del tempo,il fenomeno non si è attenuato ma'è cresciuto di intensità sia per l'ulteriore aumento del numero dei bovini ac ausa della loro riproduzione incontrollata; sia perché si sono verificati nuovi eventi in cui tali bovini si sono resi pericolosi per la sicurezza e l'incolumità pubblica come da relazioni agli attid ella PoliziaLocale;
è stato segnalato, anche daparte degliautisti del Co. Tra.L. (azienda che svolge servizio di trasporto passeggeri   a mezzo autobus) che percorrono la S.R. 609 "Carpinetana"sia in direzione di Colleferro che di Latina,un notevole incremento della presenza di tali bovini;tale circostanza determina un'alta possibilità d irimanere coinvolti in sinistri stradali(nota prot.
2263 del 27.03.2017).
delle ultetiori segnalazioni pervenute sia da parte di professionisti (in data l0.08.2016) che di cittadini circa la presenza sulla sede viaria di bovini pericolosi per lacircolazione stradale;
si sono verificate aggressioni da parte dei bovini, avvenute il   28/07/2016, 17/08/2016,
15/09/2016,come da  documentazione agliatti del Comando  di Polizia Locale;
della problematica è stata data notizia più volte all'Autorità Giudiziaria   da ultimo il
27/09/2018.
Con Provvedimento Sindacale del 29.03.2017 distinto da prot.2343èstato individuato ed allestito, sulla base delle prescrizioni impartite dai servizi veterinari un sito da adibire a ricovero per la custodia temporanea di bovini sprovvisti di marchi auricolari eventualmente catturati;
Durantela vigenza della precedente Ordinanza n. 22\2018 sono state effettuaten umerose operazioni che hanno determinato la cattura di venti bovini su un totale stimato di circa 200 unità;

Nonostante le operazioni effettuate, persistono lecondizioni dinotevole pericolosità di etti bovini vaganti a causa dell oro numero,che permane ancora elevato;

Con ri ferimento alla circolazione di veicoli e pedoni e dalla tutela della salute dei cittadini si rende necessario emettere un   nuovo provvedimento in materia, al fine di tutelare e
salvaguardare l'incolumità pubblica.

CONSIDERATO chei lSindaco è l'Autorità prepost a agarantire l'incolumità pubblica, la sicurezza urbana e la salute dei cittadini;


RITENUTO, alla luce delle su esposte considerazioni, necessario e urgente provvedere alla cattura e/o all'abbattimento dei capi di bovini inselvatichiti vaganti nel territorio comunale e nella limitrofa SR609 Carpinetana, a tuteladella sicurezza e dell'incolumità dei cittadini, oltreché per motivi di igienepubblica e sanità veterinaria;

 

 

VISTE le note redatte dal Comando della Polizia Locale di Carpineto Romano sugli interventi e i tentativi di cattura effettuati;

VISTA la nota prot.340/l-9/2014 de 07/10/2015 della Compag'niadei Carabinieri di Colleferro;

VISTA la nota prot.16727 del 07/10/2015 redatta dal Comando Provinciale diRoma  del Corpo Forestale dello Stato;
VISTA la nota prot.1429/G/1del 08/10/2015 dell'ASL Roma5-ServizioVeterinario;

CONSIDERATO che il presente provvedimento ès tato condiviso con la Prefettura di Roma;
ATTESO  che  si  è  provveduto   ad  interessare  della  problematica   l'Autorità   Giudiziaria
territorialmente competente;

VISTO il T.U.Leggi sanitarie;
VISTO l'art 32 della Legge n.833 del 28/12/1978;
VISTA l'Ordinanza del Ministro della Salute del 28maggio 2015,recantemisure straordinarie di polizia veterinaria perc ontrastare la diffusione di patologi e riguardanti specie bovine,bufaline  e ovi­ caprine;
VISTIgli artt.50 e 54 del D.L.vo n.267/2000;
VISTO ilRegolamento CE n.l069/2009 e successive modifiche e d integrazioni;

VISTO il Regolamento UE n.1053/2010 esuccessive modifiche e di ntegrazioni;

VISTO il Regolamento UE n.142/2011e successive modifiche e di ntegrazioni;
VISTO il Regolamento UE n.494/1998 e successivi modifiche e dintegrazioni;
VISTA la Legge Regionale n.17\1995art.35 comma 5 così come modificata conLegge Regionale n.9\2017, art.l7  commi 50 e5 1con cui si prende attoche esistonoformed omestichedifauna selvatica e forme inselvatichite pericolose che possono essere oggetto di piani di abbattimento nel rispetto della normativa vigente in materia.
VISTA la necessità e l'urgenza di   emettere un nuovo provvedimento,   stante il perdurare e il
permanere delle condizioni di pericolo per la circolazione dei veicoli e per la tutela dell'incolumità e della salute pubblica;

ORDINA

Al Servizio veterinario della ASL Roma 5, al personaled ella Polizia Locale CittàMetropolitana Roma Capitale,alla PoliziaLocale delComune di CarpinetoRomano,di provvedere allac attura dei bovini vaganti sprovvisti di marchio auricolare presenti nel territorio del Comune di Carpineto Romanoin collaborazione con le Forze dell'Ordine che garantiranno la corretta e sicura esecuzione  delle attività,ciascuno per leproprie competenze;nei casi in cui non risulti possibile effettuarla,si faccia luogo all'abbattimento  di tali animali nel  rispetto del loro benessere, anche a mezzo di cacciatori di selezione abilitati,a tutela dell'incolumità della popolazione, per lasicurezza urbana, nonché a a garanzia dell'igiene e della sanità pubblica.                                                                         
Successivamente all'abbattimento dovranno essere osservate leprocedure descritte dalla Direzione del Dipartimento di Prevenzionedella ASL ROMA5 con la succitata nota n. 1429/G/1 del 08/10/2015.

Tuttele operazioni dovranno avvenire allapresenza dipersonale dellaA.S.L.-Servizio Veterinario e delleForze dell'Ordine che garantiranno,ciascunoper lepropriecompetenze,la corretta e sicura esecuzione delle attività.

La presente Ordinanza verràpubblicata sul sito istituzionale del Comune di Carpineto Romano e all'Albo Pretorioe conservaefficacia per180 giornidalla data della sua pubblicazione.



Il presenteprovvedimento sostituisce tutti i precedenti emanati in materia. Dispone checopia della presente Ordinanza sia:
trasmessa al Prefetto di Roma ai sensidell'art.54comma4delT.U.E.L.;
notificata al Dirigente del Commissariato della Polizia di Stato di Colleferro, al Comandante della Polizia della Città Metropolitana di Roma -Distaccamento di Colleferro, al Comandante della locale Stazione dei Carabinieri, al Comandante dellalocale Stazione dei Carabinieri Forestali, al Comandante della Polizia Locale di Carpineto Romano, al Responsabile dei Servizi Veterinari della ASLRoma5 di Colleferro.
Avverso il presente atto è ammesso icorso alTAR del Lazioentro 60giorni che decorrono dalla sua pubblicazione all'AlboPretorio.

CarpinetoRomano14Novembre2018

                                                                                                         Il Sindaco

                                                                                                      Matteo Battisti

 

 

Explora

guida

Compagnia dei Lepini

EVENTI IN PRIMO PIANO

ACCESSIBILITÀ

scatvids.club javvids.com shemalecuties.top

Previsioni Meteo

Cannot get Carpineto Romano location id in module mod_sp_weather. Please also make sure that you have inserted city name.

Visita Virtuale

Contatore Visite

8897697
Oggi
Ieri
Questa settimana
Questo mese
Mese scorso
9979
4941
9979
117450
140449